DE | FR | IT

Condizioni Generali

della MIGROL AG, Badenerstrasse 569, CH-8048 Zurigo (detta in seguito “venditrice”)

Al fine di facilitarne la lettura, il testo non utilizza entrambe le espressioni maschile e femminile “compratore/compratrice”. L’espressione “compratore” si riferisce ed indica entrambi i sessi.

1. Campo d’applicazione
Le presenti Condizioni Generali (CG) valgono per tutte le forniture e le vendite di prodotti petro-liferi fatte dalla venditrice e sono parte integrante del relativo contratto di compravendita. Ri-mangono riservati accordi speciali. Condizioni Generali del compratore di diverso contenuto hanno validità soltanto se sono state accettate esplicitamente e per scritto dalla venditrice.

2. Stipulazione del contratto
2.1.
In caso di ordinazione telefonica il contratto di compravendita si perfeziona con l’accettazione espressa durante il colloquio telefonico. Dopodiché al compratore viene inviata per posta una conferma scritta dell’ordine. Un’ordinazione avvenuta per via postale o con trasmissione in via elettronica (fax, e-mail) è vincolante. Il consenso della venditrice avviene tramite conferma scrit-ta dell’ordine, con la quale si perfeziona il contratto di compravendita.
2.2. La scelta di prodotti offerta tramite lo shop online (www.migrol.ch) non costituisce un’offerta giuridicamente vincolante. Con l’inoltro di un’ordinazione il compratore sottopone alla venditrice una proposta vincolante per la stipulazione di un contratto di compravendita comprendente le presenti CG così accettate dal compratore. La venditrice si riserva il diritto di rifiutare l’ordinazione senza indicarne i motivi. Il contratto di compravendita si perfeziona tramite l’invio via e-mail della conferma d’ordine da parte della venditrice.

3. Prezzo di vendita / Adeguamenti di prezzo
3.1.
Qualora non sia stato pattuito esplicitamente qualcosa di diverso, il prezzo di vendita è com-prensivo dei costi di trasporto e si basa sui prezzi delle merci della venditrice valevoli al mo-mento della stipulazione del contratto per il prodotto petrolifero scelto e dipendenti dalle quanti-tà, sulle imposte di diritto pubblico, in particolare le imposte sugli oli minerali e sul valore ag-giunto, le tasse sul CO2, le tasse sul traffico pesante, e sulle tasse Carbura. Qualora, a causa di un successivo desiderio del compratore, venisse concordato un nuovo giorno di consegna an-tecedente il periodo di consegna originariamente pattuito rispettivamente antecedente il giorno di consegna originariamente pattuito, allora vale il prezzo di vendita calcolato il giorno in cui è stato pattuito questo nuovo accordo, ciò nella misura in cui questo prezzo sia maggiore rispetto a quello originariamente pattuito. In caso di forniture da effettuarsi entro 48 ore feriali (ordina-zioni “espresso”), viene fatturato un supplemento costi.
3.2. Qualora subentrassero aumenti o nuove imposte, tasse d’incentivazione, tributi o altre tasse di diritto pubblico entrati in vigore nel periodo tra la stipulazione del contratto e la fornitura, il prez-zo di vendita verrà adeguato a carico del compratore, rispettivamente, in caso di riduzione o abolizione, a beneficio dello stesso. Costi supplementari per l’adattamento della qualità a causa dell’inasprimento delle norme di protezione dell’ambiente, o dell’adattamento a nuove tecniche di combustione, sono a carico del compratore.

4. Luogo e momento della fornitura
4.1.
Il luogo dell’adempimento è l’indirizzo di consegna o di ritiro pattuito.
4.2. Nel periodo di consegna indicato dalla venditrice o diversamente pattuito con il compratore, la fornitura avviene in un giorno di consegna stabilito dalla venditrice dopo la stipulazione del con-tratto oppure in un giorno pattuito separatamente e ad un orario preannunciato dalla venditrice. Ordinazioni per forniture prima dell’inizio del periodo di consegna così come ordinazioni “espresso” vengono accettate solo in caso di capacità di consegna da parte della venditrice.

5. Accesso al luogo di scarico / Consegna / Maggiori costi
5.1.
Per motivi legali e di sicurezza tecnica, al momento dello scarico la venditrice deve avere libero accesso alla cisterna e alle installazioni di misurazione.
L’accesso al luogo di scarico deve essere adeguatamente e legalmente possibile per autoci-sterne con un peso complessivo di minimo 18 tonnellate.
5.2. Il compratore sopporta i costi supplementari per (a) il riempimento di ulteriori impianti di cisterne da lui non comunicati al momento della stipulazione del contratto, (b) scarichi difficoltosi, che cagionano un dispendio temporale e/o di trasporto e logistico maggiore, (c) forniture che neces-sitano più di 50 m di condotta di alimentazione o la messa a disposizione di un’ulteriore persona ausiliaria da parte della venditrice. Forniture con una condotta di alimentazione di più di 60 m sono inoltre possibili solo dopo preventivo accordo.
5.3. Se lo scarico dovesse essere impossibile a causa di prescrizioni legali non rispettate e/o per mancanze tecniche dell’accesso e/o della cisterna, il compratore si assume i costi di trasporto e logistici che ne scaturiscono.

6. Stato della cisterna
6.1.
Con la sua ordinazione il compratore assicura che lo stato tecnico della cisterna e il dispositivo di misurazione sono ineccepibili e del tutto conformi alle disposizioni di legge, in particolare a quelle federali previste per la protezione delle acque e a quelle cantonali. Lo stesso conferma in particolare la messa a disposizione dei libretti di controllo della cisterna per la registrazione del-la consegna o la presenza dell’apposita valevole etichetta sulla cisterna oppure l’adempimento di altre misure equivalenti richieste dalla legge.
Inoltre il compratore informa la venditrice su fatti che potrebbero impedire una consegna senza problemi.
La venditrice declina ogni responsabilità per tutti i danni, che derivano direttamente o indiretta-mente dalla fuoriuscita di combustibile e carburante in seguito allo stato difettoso della cisterna.
6.2. Al compratore è consigliato di disinserire il riscaldamento durante le operazioni di riempimento e di riaccenderlo al più presto due ore dopo l’avvenuto riempimento e, in caso di sua assenza durante la fornitura, di provvedere preventivamente a tale misura. La venditrice non risponde per danni derivanti dall’inosservanza di questa raccomandazione.

7. Quantità minori o maggiori / Forniture supplementari
7.1.
Se la quantità effettivamente fornita per ciascuna consegna e luogo di scarico dovesse essere inferiore di oltre il 10% rispetto a quella ordinata per via dell’effettiva capacità della cisterna, la venditrice è autorizzata ad addebitare il prezzo della categoria dell’effettiva quantità fornita con valuta al giorno della stipulazione del contratto oppure dell’accordo successivo (cifra 3.1). Il compratore non ha alcun diritto alla fornitura supplementare della minore quantità.
7.2. Se l’effettiva quantità fornita è, per motivi imputabili alla venditrice, inferiore di meno del 10% a quella ordinata, il compratore non ha alcun diritto alla fornitura supplementare della differenza. La venditrice può scegliere di rinunciare alla fornitura supplementare e addebitare al comprato-re la quantità fornita al prezzo concordato originariamente per l’unità quantitativa oppure di for-nire la quantità mancante entro 14 giorni dalla prima fornitura. Vicendevolmente non vi sono altre o ulteriori pretese.
7.3. Se il compratore desidera in aggiunta alla quantità ordinata il riempimento di tutta la cisterna (acquisto di riempimento), la venditrice non sottostà ad alcun obbligo di fornitura per la quantità eventualmente necessaria che supera la quantità ordinata. Se per la venditrice fosse possibile fornirla il giorno della consegna, essa è autorizzata ad addebitare al compratore questa quanti-tà supplementare al prezzo giornaliero valevole per la venditrice il giorno della consegna.

8. Mora nella consegna / Mora nell’accettazione
8.1.
Ritardi durante il giorno di consegna non hanno come effetto l’entrata in mora della venditrice. Qualora la venditrice non effettui la fornitura entro il periodo di fornitura pattuito o il giorno di consegna pattuito al momento della stipulazione del contratto oppure successivamente, il compratore ha il diritto di recedere dal contratto concernente la fornitura in questione senza co-sti, se egli ha fissato alla venditrice una dilazione di almeno 7 giorni feriali per la fornitura e la venditrice non l’abbia effettuata neppure entro questo termine.
8.2. Se il compratore non accetta la consegna al momento pattuito, la venditrice è legittimata a depositare presso di lei o presso un terzo la merce non accettata e a fissare al compratore un termine di almeno 5 giorni per l’accettazione della fornitura. I costi di stoccaggio, amministrativi e i costi per gli interessi ammontano per ogni 100 litri e per ogni mese iniziato a CHF 1.50 per oli combustibili, rispettivamente a CHF 2.- per i carburanti e vengono fatturati al compratore in aggiunta al prezzo di vendita. Se il compratore nuovamente non accetta la merce, la venditrice può esercitare i diritti di legge previsti in caso di mora nell’accettazione oppure può annullare immediatamente l’ordinazione e recedere dal contratto. Il compratore risponde per il danno de-rivante dal rifiuto dell’accettazione, in particolare per l’eventuale differenza positiva tra il prezzo di acquisto pattuito e quello attuale (prezzo di acquisto pattuito meno prezzo di vendita della venditrice al momento dell’annullamento) così come per i costi di annullamento e di deposito.
8.3. Queste disposizioni valgono analogamente, con riserva delle speciali regolamentazioni di cui alle cifre 7.1. e 7.2., anche per la mora parziale.

9. Fatturazione / Condizioni di pagamento
9.1.
La fatturazione avviene in base ai dati che figurano sul bollettino di consegna, vale a dire per forniture mediante autocisterne rispettivamente per ritiri dal magazzino sulla scorta dei volumi delle merci accertati con il contatore tarato ufficialmente, calcolati a 15° Celsius. Il compratore deve effettuare i pagamenti al netto, cioè senza alcuna deduzione, ed escludendo qualsiasi compensazione. Il termine di pagamento è di 10 giorni, restando riservate pattuizioni speciali al riguardo.
9.2. La venditrice si riserva espressamente il diritto di effettuare esami della solvibilità e di chiedere un pagamento anticipato o in contanti contro consegna. Se il compratore dopo l’avvenuta in-giunzione si rifiuta di pagare entro il termine fissato, la venditrice può recedere dal contratto.
9.3. In caso di ordinazioni tramite lo shop online valgono altresì le condizioni di pagamento indicate nella procedura di ordinazione.

10. Mora nel pagamento
10.1.
Il mancato rispetto del termine di pagamento di 10 giorni fa cadere in mora il compratore senza che si renda necessaria una diffida e gli interessi di mora diventano esigibili. Resta riservata la possibilità di far valere ulteriori danni dovuti al ritardo.
Inoltre in caso di mancato pagamento nonostante diffida, tutti i crediti della venditrice per altre forniture pattuite con il compratore e già avvenute diventano esigibili.
10.2. Fintanto che il compratore è in mora con i pagamenti, la venditrice non è obbligata ad adempie-re altre ordinazioni esistenti.
Se il compratore è diventato insolvente e le pretese della venditrice sono per questo motivo a rischio, essa può trattenere le proprie prestazioni fino a quando non le verrà garantita la contro-prestazione (art. 83 CO).
10.3. Fino al completo pagamento della merce fornita, la venditrice può recedere dal contratto e pretendere la restituzione della merce (art. 214 cpv. 3 CO). La venditrice ha in questo caso il di-ritto di riprendere in qualsiasi momento la merce; in tal caso il compratore dovrà consentire alla venditrice il libero accesso alla cisterna.

11. Garanzia / Responsabilità
11.1.
La venditrice garantisce al compratore che la qualità della merce fornita corrisponde alle esigenze dell’Associazione svizzera di standardizzazione (Schweizerische Normenvereinigung, SNV) e che si situa entro i limiti di tolleranza secondo gli usi commerciali. Deroghe in questo ambito non autorizzano a far valere pretese di garanzia. In caso di una legittima contestazione sollevata tempestivamente secondo la legge, il compratore, esclusi i diritti di risoluzione e di ri-duzione, ha unicamente il diritto ad una consegna sostitutiva di merce esente da difetti. Pretese di risarcimento derivanti da diritti di garanzia sono, per quanto possibile per legge, escluse.
11.2. Altre contestazioni possono, se legittime, venire considerate solo se vengono rese note alla venditrice per scritto entro 10 giorni dalla fornitura.
11.3. La venditrice risponde per se stessa e per le sue persone ausiliarie dei danni causati intenzio-nalmente o per negligenza grave. L’ammontare della responsabilità per negligenza lieve è limi-tata ad un massimo di CHF 30'000.- per ogni evento dannoso.
11.4. Ogni altra responsabilità della venditrice per danni diretti o indiretti di ogni tipo è, per quanto giuridicamente possibile, esclusa.

12. Forza Maggiore / Impedimenti nella consegna
Come avvenimenti di forza maggiore s’intendono quelle circostanze che sono al di fuori della sfera d’influenza della venditrice, quali in particolar modo restrizioni dell’autorità non prevedibili (per esempio divieti d’importazione, contingentamenti), interruzioni del lavoro aziendale, avve-nimenti naturali di particolare intensità, epidemie, scioperi, insurrezioni, avvenimenti di guerra. Se la venditrice si trova impossibilitata ad adempiere Il contratto per uno di tali motivi, essa è autorizzata in ogni momento a prolungare rispettivamente a posticipare in modo adeguato i pe-riodi o i termini di consegna e nel caso in cui la fine dell’impedimento non sia prevedibile è eso-nerata dal suo obbligo di consegna. Se gli impedimenti alla fornitura dovessero permettere solo consegne parziali, la venditrice si riserva il diritto di effettuare le singole consegne ai diversi compratori in modo proporzionale o secondo le disposizioni dell’autorità. In tutti questi casi è esclusa ogni pretesa risarcitoria.

13. Destinazione della merce
Secondo la riserva d’uso (art. 24 dell’Ordinanza sull’imposizione degli oli minerali del 20 no-vembre 1996), l’olio da riscaldamento gode di tassazione privilegiata e deve essere dunque usato unicamente per il riscaldamento. Infrazioni a tali disposizioni sono punite secondo la Leg-ge sull’imposizione degli oli minerali.

14. Diritto di recesso dal contratto (regolamentazione in caso di ordinazioni di olio da riscaldamento)
Se dopo la stipulazione del contratto di compravendita con la venditrice per la fornitura di olio da riscaldamento si configurano dei motivi gravi comprovati, come la stipulazione di un contrat-to per la vendita dell’immobile, il compratore ha il diritto di recedere interamente o parzialmente dal contratto per quanto concerne la merce non ancora consegnata contro restituzione della dif-ferenza di prezzo positiva più un’indennità per i disturbi di CHF 150.-. Come differenza di prez-zo positiva si intende la differenza fra il prezzo d’acquisto pattuito e il prezzo di vendita in vigore presso la venditrice per la medesima merce di quella ordinata, il giorno della ricezione della di-chiarazione di recesso. Se il prezzo di vendita attuale è maggiore del prezzo d’acquisto pattuito (differenza di prezzo negativa), al compratore verrà addebitata solo l’indennità per i disturbi. La dichiarazione di recesso del compratore deve avvenire per scritto e menzionare il motivo grave e deve essere notificata alla venditrice immediatamente dopo aver avuto conoscenza del moti-vo grave.

15. Deroghe alle Condizioni Generali
Deroghe e completamenti alle presenti Condizioni Generali necessitano la conferma scritta del-la venditrice.

16. Protezione dei dati
La venditrice si attiene alla normativa della Legge federale sulla protezione dei dati. La venditri-ce tratta i dati personali ricevuti per la gestione del contratto concluso. La trasmissione di dati a terzi viene effettuata esclusivamente nell’ambito di un eventuale esame della solvibilità.

17. Nullità parziale
Qualora parti delle presenti Condizioni Generali dovessero risultare non valide o inefficaci, ciò non preclude la validità delle altre clausole. La clausola non valida o inefficace viene sostituita con un’altra, che rispecchi nel modo più simile lo scopo giuridico ed economico della clausola da sostituire, in adeguato rispetto degli interessi di entrambe le parti contrattuali.

18. Diritto applicabile e foro competente
Riservata l’esclusione di una scelta di diritto da parte di normative legali, il rapporto giuridico sottostà al diritto materiale svizzero.
Con riserva dei fori imperativi o semiimperativi, è competente a dirimere tutte le controversie derivanti o in relazione con questo rapporto giuridico il foro di Zurigo, per quanto ammissibile il Tribunale commerciale del Canton Zurigo (Handelsgericht). La venditrice è autorizzata ad adire ogni altro tribunale competente.

Settembre 2012 / MIGROL AG

Versione stampabile